Vivirosso.it

Il mio spazio verde sul web

Verticalife: Che viaggio del CUBO…

Sono apparsi come cubi di legno compresso abbandonati da qualche camion in posti strategici della città e ci rimarranno fino al 26 febbraio 2012, per poi essere donati alla Circoscrizione.

I cubi sono in P.zza Corpus Domini – P.zza Statuto – P.zza XVIII dicembre fronte Stazione Porta Susa – P.zza Duca d’Aosta – P.zza San Secondo. e sono assolutamente irrispettosi del contesto in cui sono stati posizionati e per nulla graditi ai cittadini.

Ma la loro storia inizia il 30 novembre in Circoscrizione quando, nonostante le mie proteste viene concesso il contributo di 3900 euro all’Associazione Verticalife

relativamente al progetto di una mostra fotografica che prevede la realizzazione di 5 installazioni collegate da un percorso di orienteering urbano e 5 serate/incontro sui temi della mostra stessa.

Il progetto presentato dall’A.S.D. Verticalife prevede la realizzazione di una mostra all’aperto con fotografie a carattere culturale/sportivo le cui tematiche si riconducono a viaggi realizzati in giro per il mondo e vengono proposti come un’occasione di fruizione di atmosfere esotiche soprattutto per quelle fasce di popolazione che non possono permettersi viaggi impegnativi in luoghi lontani.

Davvero solo con questa premessa io volevo bloccare il contributo perché ritengo che fosse a quel punto più sensato pubblicizzare gli internet point delle biblioteche cittadine dove tutti, tramite internet, possono viaggiare dove gli pare.

L’obiettivo specifico dell’esposizione e del progetto nel suo insieme è quello di offrire la possibilità ai cittadini della Circoscrizione 1, e in particolare agli anziani e ai giovani, di essere trasportati in luoghi lontani e difficilmente accessibili.

Ora visto il tipo di installazione, come si può far pensare di far viaggiare i cittadini con 10 fotografie?

Altra chicca del progetto “La sensazione che si vuole far vivere al cittadino è quella dell’ esplorazione e dell’avventura che caratterizza i viaggi, raccontati con gli strumenti tecnologici innovativi e le applicazioni multimediali delle installazioni” e qui la tecnologia la voglio proprio vedere perchè cos’abbia di tecnologico un cubo di legno normalmente usato per l’imballo me lo devono spiegare.

Ultimo regalo le installazioni verranno donate alla Circoscrizione come patrimonio mobiliare e anche qui mi piacerebbe sapere cosa se ne farà la Circoscrizione di questo bel dono.

Ritengo che la mia richiesta di vedere preventivamente le fotografie e anche il tipo di installazione fosse doveroso per il Coordinatore che ha proposto il progetto, nulla di personale con l’Associazione che ha semplicemente presentato un progetto.

Questo perchè esistono progetti validi che vanno votati e con il contributo premiati ed è proprio responsabilità dell’amministrazione votare i buoni progetti e cassare quelli poveri di contenuti e di poca rilevanza culturale.