Vivirosso.it

Il mio spazio verde sul web

L’ospedale Mauriziano e il giardino che non c’è

Qui trovate il video che realizzò per la Circoscrizione 1 il nostro senatore Alberto Airola:

Sono pochi quelli che sanno che proprio di fronte all’ospedale Mauriziano, abilmente coperto da un filare di pioppi piramidali e da una siepe tenuta molto alta c’è un giardino.
Anzi ad essere sinceri ce ne sono quasi due, uno originario chiamato Valperga di Masino, l’altro che ricavato dall’interramento di Spina1 ingloba quello precedente e, poiché assume la forma di una clessidra, viene appunto chiamato così: “La Clessidra”
C’era anche un progetto di riqualificazione di tutta quest’area che a causa dei tagli non si potrà realizzare ma, a volte, anche la CRISI va ringraziata, perché il progetto di riqualificazione dell’area dell’architetto Cagnardi era un progetto ambizioso ma con delle criticità palesi, come una biblioteca interrata detta “il cannocchiale” perché scompariva sotto terra, restringendosi a gironi come nell’Inferno di Dante Alighieri.

Purtroppo il progetto Cagnardi pur agonizzante resta in vita e come Circoscrizione 1 riusciamo solo a prevedere piccoli interventi, come quella dell’area cani che era comunque una necessità sentita dai residenti detentori di cani.
Certo un progetto d’insieme più modesto e più in linea con i tempi permetterebbe di arrivare a interventi graduali che però riqualifichino aree omogenee.
La cosa più palese è che comunque il giardino è nascosto alla vista soprattutto dall’Ospedale Mauriziano e che sarebbe importante proprio per i pazienti o parenti poter usufruire di uno spazio verde.
L’idea è proprio creare tavoli di lavoro partecipati con la cittadinanza per poter capire come sfruttare al meglio l’enorme prato incolto o mal tagliato.
Un’occasione ghiotta di proporre delle soluzioni per un giardino , lasciandolo a giardino, ma studiandone le possibilità in termini di percorribilità, di fruibilità ,di quantità di ombra , di posa di nuovi alberi, di illuminazione.