Vivirosso.it

Il mio spazio verde sul web

La consigliera nel ginepraio dei contributi

Ho scritto una mozione di impegno dal titolo provocatorio :” Contributi a pioggia o a temporale?” la trovate qui

http://www.facebook.com/notes/viviana-ferrero/mozione-di-impegnocontributi-a-pioggia-o-a-temporale/10151099072547312

La situazione economica attuale infatti ci impone una particolare attenzione all’uso delle risorse, cioè al denaro da distribuire alle varie Associazioni in termine di contributo, e la diminuzione di risorse non si può certo risolvere prendendo una forbice che taglia tutti i contributi in modo equo.

Qui entra in gioco la politica e le linee di indirizzo che si vogliono dare alle erogazioni di denaro pubblico.

Qui massimamente ci si potrà mettere in gioco privilegiando quei progetti che riteniamo prioritari, siano essi culturali, sociali, ludici.

Ora in un periodo di “vacche magre” sarebbero da privilegiare i progetti sociali, quelli che sono trasversali alle varie commissioni, utilizzare una semplice mail per la prosecuzione di progetti che verranno, per le loro caratteristiche di necessaria continuità, comunque approvati nei prossimi cinque anni, evitando così i costi di commissioni inutili.

Ma i contributi ricadono a pioggia, anzi a temporale direi, perché soprattutto nella V Commissione che si occupa di

Cultura, Istruzione, Sport, Turismo, Tempo Libero, Gioventù vengono portati in aula progetti diversi sia per argomento, indirizzo, bacino di utenza.

Votando parere positivo a un progetto musicale il Consigliere non sarà in grado di sapere quanti progetti musicali verranno portati in commissione durante l’anno e quante risorse rimarranno per i progetti legati all’aggregazione giovanile e prevenzione del disagio, per esempio.

Una programmazione deve necessariamente individuare delle macro aree di intervento, decidere quali settori privilegiare come volontà politica, dare un termine alle Associazioni per presentare i progetti in modo da poter poi portare all’attenzione dei Consiglieri progetti raggruppati per tematica ,per poter scegliere sulla base di caratteristiche similari, i progetti migliori.

Se si continuerà a lavorare senza una reale programmazione diventerà davvero difficile per noi Consiglieri avere a disposizione dei parametri efficaci per rendere il nostro voto sui contributi presentati, un voto di merito.