Vivirosso.it

Il mio spazio verde sul web

La Circoscrizione 1 avrà una Casa del Quartiere

Verrà approvato in questi giorni l’assegnazione dei locali di via Dego 6 della Circoscrizione 1 alle associazioni Torino Teatro Operetta, Strumento Testa, Fita, Scuola e Futuro e Quelli della Uno .

Con una scelta condivisa all’interno di una riunione di capigruppo, la Circoscrizione ha voluto premiare un progetto, tra i tanti presentati , che avesse una forte valenza territoriale e che esprimesse attraverso le attività da svolgersi, un punto di riferimento per tutti i cittadini della Circoscrizione.

Sarà quindi una gestione di un anno attraverso un progetto sperimentale che nell’intenzione dei proponenti vuole attivare davvero tantissime iniziative a “costo zero”.

Con una macchina da cucire partirà un laboratorio di cucito che vuole essere soprattutto un modo per riciclare abiti e tessuti , ci sarà una Banca del Tempo, incontri di multi culturalità e un incontro mensile con i politici della Circoscrizione che faranno una relazione sul lavoro svolto.

Un’attenzione forte anche alla filosofia della decrescita con laboratori di panificazione , caseificazione e auto-produzione di detersivi ecologici.

Il piano terreno verrà allestito con mostre riguardanti il territorio, ma anche inserito in percorsi museali itineranti che troverebbero buona collocazione negli spazi di via Dego 6.

Ancora nell’interrato potrebbe collocarsi un Cineforum e andrebbe anche utilizzata la grande sala per la presentazione di libri, il terrazzo al primo piano anch’esso valorizzato con incontri culturali.

Un programma ambizioso che strizza l’occhio a tutti quelli che vorranno supportare l’iniziativa mettendoci un po’ del loro tempo o delle loro competenze per fare partire il progetto.

E se anche gli spazi di via Dego non sono grandissimi e non c’ è un punto di ristorazione nutriamo davvero la speranza che questa costruzione diventi la nostra Casa del Quartiere intesa come come presidio territoriale che ha occhi e orecchi per la Circoscrizione e per le esigenze reali dei cittadini.

Un punto di incontro tra le diverse generazioni che potranno attraverso la semplicità di un bottone cucito al mattino, di un tè alle cinque o di un libro letto ai bambini il sabato, ritrovare quel piacere genuino di stare insieme.

Per tutto questo solo una tessera annuale di 10 euro per i residenti e la volontà di accogliere le tante iniziative che vorrete proporre.