Vivirosso.it

Il mio spazio verde sul web

Domani l’ultimo sforamento di PM10 che ci viene concesso dall’UE poi partono le sanzioni

http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/387674/

Non lo scrivo io, lo scrivono i giornali, domani possiamo sforare per l’ultima volta nel 2011, e siamo all’inizio di febbraio, la percentuale di PM10, le micropolveri corresponsabili delle malattie respiratorie e neoplastiche.

L’Unione Europea è già pronta con le sanzioni, sanzioni a cui cercheremo di ovviare, come sempre, con qualche pista ciclabile a macchia di leopardo. Una linea tracciata sulla strada, dove è facile tracciarla e naturalmente non in comunicazione con le altre piste già realizzate, o che altro? Una domenica a piedi quando si sa che pioverà ?
Una ZTL in più o in meno a secondo dei capricci del risveglio.

MA LAVARE LE STRADE E’ TROPPO COMPLICATO!

E rendere gratuite le linee elettriche Star 1 e 2?

Ora che c’è il sole e non fa più freddo bisogna organizzare pomeriggi in bicicletta, aiutare le tante associazioni di ciclisti a creare eventi, preparare nelle scuole delle mattine di” Tutti insieme con la mamma per mano” per evitare lo spostamento dei mezzi privati verso le scuole, dare sovvenzioni a chi viaggia in 5 facendo car-pooling.

Perché nessuno ne parla? Perché i miei figli non sanno, tramite la scuola, del problema delle polveri?

Perché nessun programma televisivo parla di polveri PM10, PM5 e PM1 , perché il cittadino deve rimanere ignorante.

Il nostro rimane un problema culturale e se non troveremo le strade per comunicare la battaglia contro lo smog non la vinceremo mai.