Vivirosso.it

Il mio spazio verde sul web

Cara Lizi, per il tuo compleanno, ti regalo… una città nuova

Lettera aperta a mia figlia.

Cara Lizi, so che questi giorni sono stata poco presente, so che avete assaporato il piacere tutto speciale di mangiare schifezze e l’ebrezza del cibo in scatola.

Mi sono accorta di non avere un regalo per te, ti ho dato la mia tazza con il gancio appendila alla cartella così potrai bere a scuola e alla fontanella del parco.

Hai solo 5 anni, ma è per te che ho lavorato intensamente in questi giorni, perché tu possa studiare in una scuola pubblica, perché tu abbia dei maestri e non dei dipendenti politici, perché tu possa andare all’università anche se i tuoi genitori non saranno ricchi.

Perché poter studiare è una cosa che conta davvero nella vita.

Vorrei che non ti ammalassi, per quello che respiri e quello che mangi; hai piantato, con me, un alloro nell’orto contro l’inceneritore, spero che un giorno ti ricorderai che almeno ci abbiamo provato.

Sei stata con me al Presidio in Val di Susa, perché non era solo un treno che volevamo fermare ma un modo diverso di vedere l’economia , quando sarai grande tutto ti sarà chiaro.

Vorrei che tu imparassi a comportarti in modo onesto, perché anche rubare una matita è rubare, anche deridere un compagno perché è diverso, è razzismo.

Vorrei , che nella città che vivrai da adulta, ci siano ancora piazze, parchi, tante piste ciclabili e autobus elettrici, non solo grattacieli e parcheggi.

Auguri, cara piccola… mamma